giovedì 17 agosto 2017

La 'copisteria' del partito, gente senza cultura, dal Bomba ai prof. che copiano per il Master..dalla Madia a Boccia.


Renzi e il suo Pd che parla col vocabolario riciclato da Berlusconi: dalla barbarie alla patrimoniale fino agli anti-italiani

Renzi e il suo Pd che parla col vocabolario riciclato da Berlusconi: dalla barbarie alla patrimoniale fino agli anti-italiani
POLITICA
Non solo "aiutiamoli a casa loro": il glossario del partito più grande della sinistra è stato gradualmente trasformato dal suo leader che pesca e ricicla espressioni, slogan e singoli termini usati e riusati dal capo di Forza Italia e dai suoi alleati ai tempi dei "super-governi" del centrodestra: dalla "gogna mediatica" al "totem" articolo 18 fino ai "burocrati" dell'Europa
Dal totem dell’articolo 18 allo shock necessario all’economia, dalla legge per la legittima difesa alla barbarie del giustizialismo, dal ricatto dei piccoli partiti ai politici italiani anti-italiani, dai burocrati europei ai mirabolanti effetti del Ponte sullo Stretto. Per la sinistra sembrava arrivata anche in Italia la terza via e invece è stata solo aperta una copisteria: parole prese con le pinze dall’apogeo berlusconiano e riusate con lo stampino per i problemi di oggi ma come ricette della parte opposta. Pagina dopo pagina, lemma dopo lemma, il vocabolario del più grande partito della sinistra è stato riscritto da capo a piedi fino quasi a essere sovrapponibile a quello dei super-governi di Berlusconi.

PIENZA: il pienone di Ferragosto e le manifestazioni organizzate dalla Pro Loco hanno avuto un grande successo: la denigrazione dei 'compagni' non raccatta consensi, costretti sulla difensiva, dietro le cucine della casa del popolo su cui incombe il pesante sospetto dell'abuso edilizio. Il Comune di Pienza vince la battaglia dei tavoli abusivi.


Da quando il PD si è schierato..sulla Quercia delle Checche è successo il peggio, ..ora arriva anche Scaramelli ...aiuto!!! La speranza è che il Comune di Pienza affidi la Quercia in mani sicure, dandola in adozione ad esperti 'veri' non a dilettanti allo sbaraglio...


mercoledì 16 agosto 2017

I cittadini di Pienza ringraziano Sindaco, Giunta, Consiglieri Comunali che nei giorni critici si sono personalmente esposti per garantire l'ordine in città, mentre venivano abbandonati da chi dovrebbe svolgere il proprio compito per contratto di lavoro. Comune e associazioni hanno dimostrato a Pienza d grande amore per la Città, coraggio e determinazione. Grazi a voi per il coraggio di chi non molla mai!!!


BLOG: 2000 visual al giorno levano il'partito' di torno!!!!!!


La Valdichiana del Servizio dei Vigili, una frana che a Pienza fa infuriare i cittadini, un servizio insufficiente e deficitario che porta un nome : Partito Democratico. E' in seno a questo partito egemone che in Valdichiana oggi, come in Valdorcia-Amiata ieri sièverificato il flop organizzativo i cui risultati tutti possono vedere a Pienza e tutti i cittadini denunciano . Nel servizio di vigilanza infatti è evidente la continua mancanza di presenza e di efficienza proprio nel Ferragosto, la mancanza di autorità quando maggiore è la necessità di intervento e fatti di una gravità senza precedenti preoccupano e tormentano la vita dei cittadini, un palese fallimento della politica della associazione di servizi, che fa rimpiangere il tempo in cui tutto funzionava perchè i Comuni erano autonomi e liberi. Una sciagurata politica di 'unione' che divide e crea polemiche infinite.

.

GROTTESCO, RISATE A PIENZA. Natura & Salute. Interrogazione n.5 . I compagni che a Pienza scrivono su Facebook che vogliono riportare la legalità a Pienza.domani incominciano a fare la pizza ed i pici in cucine abusive ? La legalità del Partito riparte da qui?

Catasto Urbano: ma le cucine dove sono?  

Ferragosto a Pienza: successo e grande folla in Piazza al Concerto della Banda di San Donà di Piave


Ferragosto al Palio: La Cena della Prova Generale in Fontebranda, 1200 a tavola aspettando il Palio!!


martedì 15 agosto 2017

'Tolleranza zero'chiudere i locali che non rispettano le leggi: Monta la rabbia in paese. Non era mai successo prima a Pienza che di notte una macchina con due ragazzi ubriachi rovinasse l'auto a un abitante di Pienza alle Mura. Ecco perchè urge un'ordinanza sindacale e se qualcuno vi si oppone senza averne l'autorità va mandato a casa !!!


Il Governo nella distrazione generale ferragostana torna con gli aguzzini...se fosse stato vostro figlio?

Giulio Regeni, da Egitto nuovi atti e Alfano rimanda l’ambasciatore al Cairo. La famiglia: “Indignati. È una resa”

Giulio Regeni, da Egitto nuovi atti e Alfano rimanda l’ambasciatore al Cairo. La famiglia: “Indignati. È una resa”
MONDO
L'invio di un nuovo rappresentante diplomatico da parte del governo arriva poche ore dopo che alla procura capitolina sono stati trasmessi i verbali relativi a un nuovo interrogatorio dei poliziotti che hanno avuto un ruolo negli accertamenti sulla morte del giovane. Per il premier "contribuirà alla ricerca della verità". I famigliari del ricercatore: "Solo quando ci verranno consegnati vivi i suoi torturatori l’ambasciatore potrà tornare al Cairo senza calpestare la nostra dignità

IL BLOG AUGURA 'BUON FERRAGOSTO' A TUTTI


La notte dell'Assunta, grande successo della Sound Street Band di Pontassieve, folla in Piazza ( i fuochi vietati ovunque sono stati ben sostituiti )Un grazie agli organizzatori da parte della popolazione di Pienza e dagli ospiti.


lunedì 14 agosto 2017

La Città Unesco non può restare in mano alla illegalità: minacce di morte, occupazioni di suolo pubblico illegale, intimidazioni, abusivismo. Serve una inchiesta della Magistratura per salvare Pienza e se qualcuno non fa il proprio dovere, chiarire che si tratta 'omissione di atti di ufficio'. Un esposto dei cittadini sta per partire.


Quando in un posto come Pienza aumentano l'illegalità, le furbizie e coloro che tirano indietro la 'gamba', resta un'unica certezza : l'esposto alla Magistratura, unico baluardo che può difendere i cittadini. Chiunque può documentarsi e e inviare una denuncia. Poi la valutazione ai giudici.


La denuncia del Comune di Pienza in merito alla Quercia delle Checche fa 'notizia', anche se qualcuno la nasconde. E' incominciata la ritirata della 'spettacolarizzazione'


Ferragosto Festa dell'Assunta: pienone a Pienza, ma non dappertutto è così. Il frutto di una giusta politica del Comune che punta sulla cultura, sull'immagine internazionale, sulla qualità. Grande boom del turismo francese dopo il grande servizio del quotidiano Le Figaro.


Natura & Salute. Già vagliato il catasto urbano. Richieste altre visure catastali per avere un quadro preciso della situazione dei giardini della Casa del Popolo di Pienza e degli immobili delle cucine. La legalità è la condizione da ristabilire a Pienza e la condizione necessaria per uno sviluppo tranquillo che giova a tutti.


Vigili sui tetti e tiratori scelti.Il Palio a Siena nel tempo delle 'emergenze' fuochi vietati: in Piazza del Campo ? Numero chiuso La metà di sempre, uno per volta e perquisiti

CHIOCCIOLA - Elias Mannucci detto Turbine
SELVA - Andrea Coghe detto Tempesta
OCA - Walter Pusceddu detto Bighino
VALDIMONTONE - Jonatan Bartoletti detto Scompiglio
TORRE - Andrea Mari detto Brio
ISTRICE - Giovanni Atzeni detto Tittia
ONDA - Carlo Sanna detto Brigante
LUPA - Giosuè Carboni detto Carburo
AQUILA - Giuseppe Zedde detto Gingillo
BRUCO - Gigi Bruschelli detto Trecciolino

sabato 12 agosto 2017

Comunicato stampa del Comune di Pienza.

La Città di Pienza, prosegue nella sua attività di tutela della Quercia delle Checche che dallo scorso mese di Settembre 2016 è divenuta di sua proprietà senza dare adito alle continue e reiterate polemiche con la convinzione che le problamatiche si possano risolvere senza decisioni d'impulso ma secondo precisi criteri di competenza e razionalità.

Ciò detto si comunica che il giorno 17 Agosto si procederà allo spostamento e ricollocazione del ramo caduto con pulizia dell'intero resede.

L' Amministrazione Comunale ha inoltre individuato due soggetti entrambi molto qualificati nei confronti dei quali ha manifestato un gradimento per assegnare quella che in gergo viene chiamata "Adozione della Pianta" e che consiste nel controllo, monitoraggio, manutenzione e verifica di eventuali interventi da realizzare a tutela della pianta; ovviamente di tale attività è stata messa al corrente la Soprintendenza di Siena alla quale spetta, in virtù del vincolo ex art. 10 D. Lgs n.42/2004, per conto del Ministero dei beni e delle attività Culturalie del Turismo il controllo e l'eventuale diniego circa le attività di manutenzione da effettuare per il bene tutelato. 

Per quanto sino ad oggi avvenuto anche in relazione all'illegittimo intervento effettuato nel resede della Querce da parte di ignoti il Comune rimette ogni valutazione all'Autorità Giudiziaria già investita del problema attraverso un esposto denuncia .

Il Sindaco Fabrizio Fè

Visto che i 'compagni' non sono contenti e seguitano a importunare sul Blog dopo essere stati avvertiti , ecco la Interrogazione di Natura & Salute N 3 . Si chiede di sapere, visto che nella visura catastale non si ravvisano le cucine della Casa del Popolo, come le dobbiamo considerare oggi, noi cittadini, il Comune ed eventualmente un Giudice?


PRO LOCO: 'Con molto dispiacere comunichiamo che i fuochi artificiali del 14 agosto 2017 in onore dell'Assunta vengono annullati.


Pubblicato il bilancio in ROSSO del MPS di ROMA ( perchè di Siena non è più) : -3 miliardi e 200 milioni.


BLOG, 2000 visual ieri, il social della Valdorcia in pole position!!


Natura & Salute. Interrogazione n° 2 Alla casa Casa del Popolo di Pienza : se si proverà la natura abusiva dei locali delle cucine, può darsi che a qualcuno non interessi, ma la Magistratura sarà invece interessata alla questione. Scommettiamo?


La querela inoltrata dal Comune di Pienza a carico del Comitato della Quercia, porterà i suoi esponenti davanti ad un giudice per avere violato uno spazio di proprietà comunale senza autorizzazione. Se saranno rilevati danni arrecati alla quercia il comitato li dovrà risarcire. Il processo rende il Comitato controparte del Comune, quindi lo mette di fatto fuori da ogni possibile collaborazione futura..


venerdì 11 agosto 2017

Catasto? NON RISULTA

INTERROGAZIONE DI 'NATURA & SALUTE'



venerdì 11 agosto 2017


Natura & Salute : Interrogazione n° 1. Vista la sollerzia con cui il Partito Democratico cerca di sputtanare (senza riuscirci) l'attuale amministrazione Comunale, visto che è in programma la Festa Dell'Unità  chiediamo alle ss.vv di spiegare quanto segue : le cucine della casa del popolo sono accatastate ? sono condonate? Viene pagata IMU per questi immobili? Le nostre ricerche sono a buon punto  La 'Visura per soggetto' circa i fabbricati della Nuova Cooperativa Popolare Soc Cop. Arl è abbastanza chiara ( Codice G602). I soliti 'demo' possono rispondere sul Blog a questo proposito. Visto che sono sempre così battaglieri e alla ricerca della 'legalità' degli atti, dalla 'quercia' ad altre cosette...incominciamo da qui

Il Monte dei Paschi di Siena non esiste più...ora l'ha preso Roma... Grazie alla cura dei banchieri del PD del passato...la banca è dello Stato. Siena non è più la padrona della banca. Dunque è nato il Monte dei Paschi di Roma....

Monte dei Paschi di ROMA, lo Stato è ufficialmente il socio di maggioranza assoluta con il 53%

Monte dei Paschi di Siena, lo Stato è ufficialmente il socio di maggioranza assoluta con il 53%
LOBBY


L’assegno da 3,85 miliardi di euro staccato dal Tesoro nei giorni scorsi ha portato Roma a controllare la banca. E la partecipazione potrebbe salire fino al 70 per cent

QUERCIA DELLE CHECCHE: Il Comune di Pienza ha denunciato alla Magistratura i volontari del comitato che eseguirono lavori abusivi nell'area protetta senza alcuna autorizzazione necessaria. Allegata ampia documentazione fotografica.Solo il Comune può rilasciare i permessi.


giovedì 10 agosto 2017

Ora andare a fare lavori non autorizzati alla Querce delle Checche è un reato e chi lo fa incorrerà nella risposta della legge. Ormai è chiaro, scavare buche e annaffiare lì sotto può anche avere causato il fulmine e quello che ne è seguito. Certe volte si pensa di operare bene e invece si uccide una pianta senza saperlo. Si chiama eterogenesi dei fini. Cari amici del Comitato, cara Nicoletta, non siete infallibili, fate un pò di autocritica...


I nodi e il pettine. Mancanza di rispetto dei regolamenti? Dalla 'Quercia' ad altro...la parola passa alla Magistratura.


Ore 21 concerto di Jennifer Lee Snowden in piazza


OGGI alle 19 apre la mostra della Fabbriceria della Cattedrale

I Paolucci a Pienza



Esiste da tempo una narrazione della Val d’Orcia che continua da  ben oltre mezzo secolo e che si esprime nell’arte figurativa, nella rappresentazione teatrale, nella letteratura popolare. Sono parte di questa tradizione coloro che, con una definizione tipicamente novecentesca si possono definire così : I Paolucci. Ora è difficile negare che a Pienza I Paolucci   costituiscano artisticamente un ‘unicum’ diversificato nei paradigmi, ma profondamente unito nello spirito, se non più semplicemente nel lavoro portato avanti nella stessa bottega.. In ogni caso è un fatto ormai acquisito e visibile nella storia artistica di questa piccola città e della Val d’Orcia,  l’esistenza di una tradizione familiare  chiamata Paolucci, iniziata con Aleardo negli anni  Trenta  legata alla pittura, sviluppatasi dopo la seconda guerra mondiale, proseguita nel tempo del boom economico e delle avanguardie fino agli anni Ottanta e Novanta con l’ingresso di Enrico nella bottega, proiettatasi nel nuovo secolo  negli anni Zero, come si sogliono definire questi nostri indecifrabili e difficili anni. Da Aleardo a Enrico ecco che ‘I Paolucci’ si sono costantemente tenuti vicini a questo nostro mondo, a questo nostro paesaggio, a queste nostre narrazioni, con il rispetto, la passione e l’ammirazione   di chi ha considerato e  vissuto l’ambiente e la storia dei luoghi quale materia essenziale di ispirazione. Oggi, per la prima volta, in senso pienamente consapevole le opere e il percorso dei  Paolucci sono divenuti oggetto di una Mostra che segna una pietra miliare nella storia di questa famiglia pientina;  parlo di storia artistica, ma anche di storia civile. Una Mostra nella quale per la prima volta si è cercato di ricostruire la vicenda di una bottega d’arte, di un laboratorio, quello di Beccacervello, casale che è anche il ‘ genius loci’ di una tradizione artistica. Questo luogo dove abitano e vivono da sempre’ I Paolucci’, vide oltre un secolo fa la presenza occasionale di un grande pittore futurista vissuto da bambino a Pienza, Gino Severini e  la presenza abitativa di una pittrice purista toscana di grande valore legata alla storia della Città: Romea Ravazzi, detta familiarmente la Zia Remy. In questa casa fu spesso ospite e collaboratore di Aleardo, Mario Luzi  con l’amico pientino  professor Leone Piccioni, entrambi cittadini onorari di Pienza. Il laboratorio di Enrico Paolucci, rimasto purtroppo privo del padre alcuni anni fa, non ha mai perduto il suo fascino e la sua vitalità dopo la perdita del  fondatore, ma ha trovato nel lavoro artistico di Enrico, iniziato  oltre trenta anni orsono accanto al padre, una continuità  feconda, tale da potersi definire nella sua assoluta originalità un genere di pitto-scultura contemporanea, che  ha scelto la cartapesta quale materia privilegiata del suo lavoro, così come Aleardo aveva a suo tempo scelto la classica tela. Se Enrico avesse deciso di dipingere su tela, sarebbe stato  naturale pensare ad una trasmissione dell’arte paterna, ma trattandosi di un genere completamente diverso, che  vanta pure essa una tradizione antica nella storia dell’arte sacra senese, occorre riconoscere che, se l’humus artistico e rappresentativo su cui ha germogliato la sua arte è quello della Bottega Paolucci, il risultato del suo lavoro appare assolutamente nuovo, dotato di una carica poetica  originale, che trova l’ispirazione  nella stesso paesaggio, ma che appare capace di  distaccarsi da esso, percorrendo strade nuove e aprendosi a temi propri dei nostri giorni. In questa Mostra Enrico Paolucci ha voluto onorare la memoria di Aleardo,  proponendo una  retrospettiva riassuntiva del linguaggio più amato e noto del padre,  accostandovi  in modo  simbolico alcuni esempi del proprio universo pitto-scultoreo che ad esso si ricollega, sviluppandolo su piani diversamente concepiti e diversamente interpretati. Un’ unione  ideale dello spirito della ‘Bottega d’arte’ dove tutto è nato, modificandosi e sviluppandosi  dietro l’incedere delle stagioni culturali e del tempo. In questa bella Mostra ‘I Paolucci’ hanno potuto ritrovarsi, seguendo una logica storico-familiare ragionata, riordinando l’ ispirazione poetica attorno ad alcuni motivi originali,  rendendo visibile e splendente una sorta di  materia archetipica familiare, una narrazione del tempo che passa inesorabile, ma che nella bottega dei Paolucci sembra talvolta essersi fermato, per poi ripartire  nella spinta creativa di Enrico, oggi conosciuta e apprezzata in Italia e all’estero. Enrico Paolucci ha portato avanti una ricerca originale ed affascinante sul colore, prendendo in esame i cromatismi naturali del paesaggio valdorciano con le sue materie  primarie: l’argilla delle Crete senesi, il color ocra della Terra di Siena, il chiarore pallido delle biancane, il verde dei seminativi nudi, il marrone scuro della terra lavorata dopo le piogge autunnali, il verde scuro dei boschi e quello  argentato degli ulivi. Recentemente ha recuperato l’uso   nelle sue pitto-sculture  del  colore tipico del fondo-oro dei pittori antichi senesi. Una ricerca attenta della tradizione iconografica delle nostre pievi e delle sepolture antiche ha spinto Enrico Paolucci a eleggere a simbolo della Valdorcia un  bestiario antico, dove risplendono le figure stilizzate  di alcuni animali:  il cinghiale, il gatto selvatico, il gallo, la civetta, il gufo, l’upupa, insieme ad una varietà di grandi pesci variamente dipinti, tutti elementi simbolici di un’antica tradizione culturale, religiosa e civile, che da sempre ha alimentato  il fantastico medioevale e le narrazioni  della cultura contadina locale. Seguendo un’ispirazione rivolta anche all’ osservazione della vita contemporanea, sviluppando i temi dell’amore e della ricerca della gioia condivisa, Enrico Paolucci ha affrontato anche una tematica delicata e poetica popolata di figure  in movimento  con una esplorazione del mondo e della vita dei caffè, dei pub e  dei luoghi mondani amati dai giovani , alla ricerca di musica, di  svago, di emozioni. Sono nati così dei pannelli narrativi di suggestivo aspetto.
Dunque, in questa significativa e puntuale Mostra su I Paolucci  a  Pienza non  è soltanto narrata ai  pientini gran parte della loro storia del Novecento, ma è rappresentato anche l’avvio della nuova Era dell’accesso,  con un’ attenta ricerca delle sue fascinazioni e  dei suoi miti, degna della nostra migliore tradizione artistica.

Fabio Pellegrini

Blog a quota 1900 nella notte.


mercoledì 9 agosto 2017

Suicidio politico del PD

Camere, salta il tetto agli stipendi d’oro: il barbiere torna ai suoi 136mila euro. I dirigenti guadagneranno più della Merkel

Camere, salta il tetto agli stipendi d’oro: il barbiere torna ai suoi 136mila euro. I dirigenti guadagneranno più della Merkel

PALAZZI & POTERE
Fine dell'austerity. A dicembre scade la stretta triennale per i dipendenti e in vista non c'è nessuna proroga. Così il centralinista e l'usciere torneranno a prendere 136mila euro l'anno anziché 99mila, l'informatico 152mila anziché 106. Paradossi della politica: a decretare la fine dell'austerità è stato il Pd che l'aveva promossa

Agnese Mammana e la scultura in movimento


Fabbriceria Contemporanea: Giovedì alle ore 19 apre la Mostra di Enrico e Aleardo Paolucci.


martedì 8 agosto 2017

Si fa ormai strada la verità: molti esperti si scienze naturalistiche e arboree interpellati sul caso della Quercia delle Checche hanno spiegato che l'idea di scavare buche e riempirle d'acqua sotto alla chioma della roverella è stato un tragico errore dei volontari male informati. Ciò avrebbe a loro avviso, attirato il fulmine che ha minato la salute della quercia. Ora coloro che con alta probabilità hanno concorso a rudurla al lumicino non sanno fare altro che accampare accuse....Potrebbero incominciare a fare una sana autocritica!!


Con la mano destra tagliano il leccio antico e con la mano sinistra annaffiano la quercia caduta....PIENZA- PD E LA QUERCIA FERITA. Lo strano caso dei compagni tagliatori di lecci secolari di casa propria che diventarono difensori delle querci degli altri. Quando la politica fa diventare strabici dei militanti allo sbando.

Ecco quelli che difendono la Quercia, mentre massacrano il leccio!!!! Gli amici di oggi che si accompagnano a NICOLETTA INNOCENTI, questa l'unica verità,

OGGI: Blog record di clic..a tutta manetta!!


Arrestato Ciro Borriello sindaco di Torre del Greco per tangenti. Amico di Salvini, doveva essere candidato alle prossime politiche per la Lega.


A chi prestava i soldi la banca senese....a tutto c'è una spiegazione. Li dava a tutti gli amici degli amici, anche a chi lavorava onestamente..?.Ecco perchè la brutta fine..Era la ' Banca del PD' per la grande stampa.....ricordi?

Siena Calcio, sequestrati 8,5 milioni all’ex presidente Mezzaroma. “Mps finanziò con 22 milioni la vendita fittizia del marchio”

Siena Calcio, sequestrati 8,5 milioni all’ex presidente Mezzaroma. “Mps finanziò con 22 milioni la vendita fittizia del marchio”
GIUSTIZIA & IMPUNITÀ

Al termine delle indagini sul fallimento del club toscano i reati ipotizzati sono bancarotta fraudolenta, emissione di fatture per operazioni inesistenti e omessi versamenti di imposte, nonché il reato di accesso abusivo al credito. Bloccati disponibilità finanziarie trovate sui conti correnti, immobili e quote societarie. Al centro di tutto, la cessione del marchio (sopravvalutato) a una società costituita ad hoc che ottenne un prestito dal gruppo di Rocca Salimbeni

Bene, seguitiamo così.e....teniamoci il bollore...ce lo meritiamo no?

Usa, rapporto di 13 agenzie federali: “L’aumento delle temperature è colpa dell’uomo”. Si teme la ‘censura’ di Trump

Usa, rapporto di 13 agenzie federali: “L’aumento delle temperature è colpa dell’uomo”. Si teme la ‘censura’ di Trump
AMBIENTE & VELENI

Lo studio rientra nel National Climate Assessment, la valutazione sul clima richiesta dal Congresso ogni quattro anni, e attende la valutazione dell'amministrazione. La bozza è stata pubblicata dal New York Times e va decisamente contro le esternazioni di Donald Trump: "Temperature aumentate di 0.9 gradi centigradi in 135 anni. Non vi sono spiegazioni alternative: i cambiamenti climatici non sono spiegabili con cicli naturali

Buone vacanze ai fortunati vincitori !

Il Pd manda tutti in vacanza approvando con l’ennesima fiducia un disegno di legge che avrebbe dovuto tutelare la concorrenza e ha invece ingigantito i privilegi di mercato dei soliti noti:notai, assicurazioni, compagnie telefoniche, farmaceutiche, banche e multinazionali. Persino il presidente dalla Commissione Industria al Senato, e membro del PD, Massimo Mucchetti, ha accusato direttamente la sua maggioranza. Secondo il Presidente della Commissione Industria, infatti, alcune norme contenute nel testo di legge sono strumenti "per favorire o salvaguardare alcune grandi aziende, aziende delle quali faccio i nomi: Enel, Generali, Unipol, Walgreens Boots Alliance, Big Pharma".
Come si vede, non è più il solo MoVimento 5 Stelle a dipingere il Pd come il partito delle lobby, ma anche esponenti di maggioranza che non sopportano più di voltare le spalle ai cittadini mentre garantiscono favori e posizioni di rendita ai monopolisti privati della nostra economia. Con il ddl concorrenza il governo si è superato. Stiamo parlando non solo del governo Gentiloni, che lo ha fatto approvare, ma anche e soprattutto del governo Renzi, che lo ha presentato a inizio 2015. Elenchiamo qui solo i più macroscopici favori alle multinazionali:
- IL TACITO RINNOVO sui rischi accessori a favore delle assicurazioni. Riguarda anche le polizze del settore automobilistico
L’AUMENTO DEL NUMERO DEI NOTAI. Viene aggiornato il criterio che determina il numero di notai sul territorio nazionale: si passa da 1 notaio ogni 7 mila abitanti a 1 ogni 5 mila
L’OBBLIGO DEL NOTAIO PER COSTITUIRE UNA SRL SEMPLIFICATA. Bocciata la possibilità di costituirla con una semplice scrittura privata
- L’APERTURA DELLE FARMACIE ALLE SOCIETÀ DI CAPITALI, sino al 20% su base regionale
- LA BOCCIATURA DELL’EMENDAMENTO SUL TELEMARKETING, che il M5S era riuscito a far approvare ma che è poi stato eliminato dalla maggioranza alla Camera. La misura tutelava i consumatori costringendo i call center a dichiarare la natura della telefonata e per conto di chi fosse effettuata, attendendo il benestare dell’interlocutore prima di continuare la conversazione. Il Pd ha invece preferito mantenere lo status quo: il martellamento quotidiano dei call center continuerà
- LA FINE DEL MERCATO TUTELATO DELL’ENERGIA ELETTRICA E DEL GAS, che obbligherà milioni di consumatori a passare nel libero mercato, nonostante sia molto probabile che le tariffe si alzeranno. A pagare saranno quindi famiglie e piccole e medie imprese. Su questo punto il M5S ha ottenuto un'importante e sostanziosa vittoria, in quanto ha scongiurato il passaggio "automatico" degli "smemorati" (cioè chi non si ricorderà di cambiare fornitore da qui al 1°luglio 2019) nel cosidetto "mercato di salvaguardia", dotato di tariffe e condizioni decisamente peggiori.
In definitiva, il governo si tira indietro quando dovrebbe riconsegnare al mercato i settori monopolizzati dalle multinazionali, e diventa improvvisamente liberista quando le vittime sono i comuni cittadini. Emerge poi la solita attenzione per gli interessi dei notai, delle assicurazioni e delle compagnie telefoniche. Il ddl a questo punto si dovrebbe chiamare: “concorrenza spietata per i più deboli, rendite per i più forti”. L’ennesimo governo delle lobby vi aspetta a settembre con una Legge di Bilancio che si annuncia scoppiettante, a partire da un altro bell’aumento dell’Iva. Buone vacanze, e attenti al portafogli.
(dal Blog di Beppe Grillo).

Corriere della sera OGGI.


lunedì 7 agosto 2017

Sulla 'Quercia Ferita' un intervento autorevole ( Le evidenti difficoltà di digitazione di un telefono non tolgono il senso all'intervento)


Sgarbi alla mostra (Foto inviata da Daniele Crociani)


PIENZA, con la Lista Civica sempre in prima pagina..!! ' La Pienza che investe su se stessa come comunità di cittadini'


A Livorno ex roccaforte rossa, Festa dell'Unità ridotta a uno 'spettro' di quello che fu..Effetto Renzi..


A Livorno la festa dell’Unità è lo spettro di quello che è stata in passato. Poca gente. Ideali confusi. Molti non hanno riconosciuto le parole del segretario e di fronte all'”Aiutiamoli a casa loro” di Renzi hanno attribuito l’esternazione al Matteo sbagliato (Salvini), tra i frequentatori della festa c’è chi afferma che i migranti “vanno mandati a casa loro a zappare la terra” e che “con l’andare del tempo dovremo armarci“.
Per alcuni “prima era più grande, più sentita, più forte”, per altri era semplicemente meglio “quando c’era il Pc“. A parlare sono i partecipanti e i volontari della festa dell’Unità di Livorno, ex roccaforte rossa oggi amministrata dal M5s. Dalla cucina della festa, mentre è in corso la preparazione della cena, provano a spiegare il calo della partecipazione: “Ogni circolo aveva il suo stand e poi piano piano da dopo i cambiamenti che ci sono stati nel partito molti circoli hanno chiuso e molte persone le abbiamo perse per strada”. Nel pomeriggio è atteso Matteo Renzi. Ma alla base piace? “E’ il segretario del partito” tagliano corto le volontarie mentre il perimetro della festa viene presidiato da diversi mezzi delle forze dell’ordine, anche via mare con un gommone

domenica 6 agosto 2017

Renzi a Capalbio, il posto giusto..per lui...ma i vip del Fu Partito lo 'cacano' ..ormai non lo vuole più nessuno, è passato...di moda, come una scarpa vecchia!!!!Capalbio il museo delle cere..della politica italiana!!!


Tommaso Montanari docet.....


Oggi su Repubblica


PIENZA: oggi il Mercatino ai giardini del Prato.


Quercia delle Checche, troppi 'dottori' e troppe mamme' la pianta non è un parco per chi è in cerca di immagine. Una denuncia del Comune di Pienza in arrivo?


PRO LOCO: la Notte dei Fuochi una tradizione che continua

Festa dell'Assunta

La notte  del 14 agosto è nota da secoli come la notte dei fuochi. Quando i poderi erano ancora  popolati di mezzadri si usava accendere in ogni aia un grande falò per aspettare Ferragosto e la sera si venerava nella Cattedrale l'Assunta dipinta dal Vecchietta nel suo capolavoro commissionato da Pio II.
Lorenzo di Pietro detto il Vecchietta era nato in Valdorcia, era coetaneo di Enea Silvio Piccolomini e nelle sue opere si intravedono spesso le Crete della valle. Nella Festa dell' Assunta di fa fasta con fuochi pirotecnici e con iniziative collaterali ( Mostra dei Cortili Aperti ) e nel Duomo si tengono celebrazioni liturgiche e iniziative cultuali legati alla storia di Pienza e della sua arte. La Piazza è illuminata a Festa e la Cattedrale è aperta insieme alle Gallerie del Labirinto sottostante la Chiesa Inferiore ( Cripta) nell'occasione visitata da tutti i cittadini. La Festa dell'Assunta da alcuni anni è tornata ad essere sentita dai pientini come una cadenza festiva vera, un'ocasione di incontro e di ritrovo della comunità, aperta ai turisti e ai visitatori più fedeli di Pienza. I Musei in questa occasione sono aperti anche di notte e vengono organizzate guide ed eventi speciali, La 'notte dell' Assunta' a Pienza è la notte dei fuochi esteriori e interiori, tutta da viver

sabato 5 agosto 2017

Pappagallo fiorentino pentito

“Se qualcuno tra le molte ong che lavorano bene hanno contatti e frequentazioni con scafisti, come potrebbe essere da quanto emerge, bisogna usare il pugno di ferro nel far rispettare le regole”. A parlare è il segretario del Pd Matteo Renzi dopo l’inchiesta che ha coinvolto una organizzazione non governativa, la tedesca Jugend Rettet. Ma la sua uscita provoca la reazione di Luigi Di Maio: “Pugno di ferro? Faccia di bronzo! Quando sollevai io il tema in aprile si mise a sparare a zero sul MoVimento 5 Stelle e sulla mia persona. Prima mi attaccava, oggi fa il pappagallo”

Il caldo non ferma il turismo: buone notizie dagli operatori, difficoltà ma gli ospiti non sono pochi a Pienza.


Piace agli artigiani e ai turisti la guida del Comune.. Vasti consensi


.Sorprese.




Sondaggi, sorpresa: il 70% assolve l’amministrazione Raggi. 

Sondaggi, sorpresa: il 70% assolve l’amministrazione Raggi. Ong, fiducia in aumento: “Ma serve più trasparenza”
POLITICA


I dati Ixè per Agorà. Per il 69 per cento la sindaca di Roma sta governando bene o, anche se ha fatto errori, ha bisogno di altro tempo. Solo il 19 dice che è un fallimento. 

venerdì 4 agosto 2017

Il Governo prende in giro gli italiani, solo interessi schiavisti sui poveri migranti e poi il magna magna delle cooperative di partito. L'unica realtà è questa. Difficile nasconderla ormai...In Europa non sono stupidi...e non la bevono..come in Italia!


venerdì 04/08/2017

Migranti, i testimoni sulla Iuventa: “Dicevano: ‘Più salvataggi faremo e più donazioni riceveremo’”

Testimonianze e conversazioni della società di sicurezza di Save the children: “Quelli sostengono solo il portafogli che portano in tasca. In mare barchini in vetroresina: per qualcuno sono "favoreggiatori"
Migranti, i testimoni sulla Iuventa: “Dicevano: ‘Più salvataggi faremo e più donazioni riceveremo’”

La raccolta porta a porta un'occasione da sfruttare per sentirsi all'avanguardia e una comunità civile, non una necessità da evitare in modo furbesco. I retrogradi e gli incivili si testano qui.


Il Teatrino di Don Giotto, una comunità artistica che piace e diverte alla nuova prova





La LEGA che difende i ' LADRONI' ? Sono tutti uguali, ladri solo gli 'altri'

La fede politica ha ragioni che il codice penale non intende. Dopo le condanne in primo grado inflitte a Bossi e Belsito per illeciti sui finanziamenti pubblici al partito, militanti e simpatizzanti della Lega – riuniti ad Arcore per una delle tante feste di mezza estate – difendono a spada tratta l’amato leader. “Umberto Bossi è innocente, lo hanno raggirato quando si è ammalato”. “Anche se le sentenze di condanna fossero confermate non mi sentirei tradito dal senatur“. “Non si discute, l’Umberto godrà sempre del nostro perdono”. E qualcuno è già pronto a contribuire a una ciclopica colletta per far fronte alla richiesta di risarcimento stabilita in primo grado in oltre 48 milioni di euro. Spetterebbe al partito onorarla, ma Matteo Salvini ha fatto sapere che non c’è in cassa il becco di un quattrino. Tra i militanti tuttavia non manca chi dissente: “Se ha rubato è giusto che paghi”. E chi propone una soluzione politica: “Alleiamoci con Berlusconi, così ci paga lui il debito”. Il tormentone dell’alleanza con Forza Italia è un altro tema che divide gli animi dei leghisti in questa lunga vigilia elettorale, come pure l’ipotesi di un cambiamento del simbolo del partito, per presentare liste in tutta Italia avendo come cavallo di battaglia lo “stop all’invasione degli immigrati” e non più la lotta dura e senza paura a “Roma ladrona” in nome degli interessi del Nord